FIASP 2groupama70 3ivv70 4ivv eruopa70 5tafisa70

Ripartiamo in sicurezza

CODOGNO Ripartire “di corsa” dopo il Covid

Sabato la staffetta di 180 chilometri fino a Vò, fra i partecipanti il “paziente 1” Mattia Maestri

Una festa di clacson ha accompagnato la corsa dei podisti lodigiani che sabato pomeriggio hanno dato vita alla staffetta della speranza Codogno-Vò Euganeo, 180 chilometri dalla Bassa al piccolo comune veneto passando per Maleo, Pizzighettone, Acquanegra, Sesto ed Uniti e Cremona, ogni 10 chilometri un passaggio simbolico di testimone fra corridori, ambulanza e staff al seguito per ogni evenienza.

E così a perdifiato facendo rotta verso Mantova, mentre calava il buio della sera e anche l’umidità, e i colori del cielo infuocato e le auto strombazzanti in segno di solidarietà sono stati “benzina”, e i runner li hanno divorati i chilometri, accompagnati dal vento a tratti a favore a tratti contro. Che così è la vita e il gusto dell’impresa.

Bigarello-Castel d’Ario-Bonferraro-Nogara-Sanguinetto, Cerea, Legnago-Terrazzo-Merlara-Montagnana-Lozzo Atestino e finalmente Vò, piazzale Lovisetto: a traguardare la meta nella mattinata di ieri è stato Mattia Maestri, il paziente 1, tra gli atleti del G.P. Codogno 82 che insieme ai gruppi podistici G.P. Casalese, G.P. Tavazzano e G.P. Pro Loco Vidardo hanno aderito all’iniziativa promossa dal Comitato Territoriale Fiasp di Lodi.

Arrivati alla spicciolata verso le 15 in piazza Cairoli a Codogno, maglia azzurra celebrativa dell’evento, sorrisi e tanta voglia di correre, gli atleti si sono radunati sul sagrato della chiesa per una foto di rito, quindi tutti sotto il mercato coperto per gli interventi delle autorità.

«È una lunga corsa di unione verso Vò e siamo orgogliosi di poter portare questo segno tra i nostri territori», ha detto il sindaco di Codogno Francesco Passerini con il consigliere Luigi Bassi, lasciando subito la parola al sindaco di Casale Elia Delmiglio: «Oggi due comunità si legano attorno allo sport e all’amicizia». La consigliera regionale Patrizia Baffi ha espresso la vicinanza di «tutta la Lombardia in questa corsa», mentre il presidente della Fiasp Nazionale Alberto Guidi ha ricordato «quel solco tracciato nella terra da migliaia di passi» che la staffetta Codogno-Vò ha ripreso a scavare e fatto dono a Mattia del tesserino Fiasp 2021.

«Mi hanno chiesto di partecipare e lo faccio più che volentieri, anche perché sono in grado di farlo che per me è la cosa che più conta» il commento del castiglionese, primo paziente Covid-19 diagnosticato in Italia.

A far sì che ci fosse sono stati i presidenti dei Gp di Codogno e Casale Carlo Benuzzi e Gabriele Ferrari, presenti sabato insieme alla delegazione di Padova. Un momento storico suggellato dallo scambio di gagliardetti e dalla benedizione del parroco Monsignor Iginio Passerini. E poi via. Di corsa.

il cittadino - Laura Gozzini

 

Manifestino RR 300x211

 codogno ripartire di corsa dopo il covid 6492eb8c 0166 11eb afba e1bdeb2e8083 998 397 original

 Il gruppo presente alla cerimonia della partenza da Codogno con la presenza del presidente del Comitato Territoriale di Padova Andrea Gusella.

002   Il saluto del presidente della Fiasp Alberto Guidi alla partenza di Codogno                           003    004

                                                                                                                                                                                                          Il Presidente della Fiasp Dr. Alberto Guidi consegna                                Mattia mostra la tessera Fiasp 2021
                                                                                                                                                                                                          la tessera Fiasp 2021 a paziente n° 1 Mattia Maestri

005

Il saluto del presidente del comitato padovano Andrea Gusella alla partenza da Codogno

006  007

L'attraversamento di Cremona con l'aiuto della polizia locale          alcuni podisti del G.P.Casalese

008   010

 Podistidi Castiraga Vidardo     ricevuti per un saluto dal Sindaco di Merlara

011  012

Partenza da Merlara                                                                          ricevuti all'interno del Castello di Montagnana

 0      015 

Arrivo al cambio frazione 17                                                        arrivo a Vo, ultimo Km tutti insieme                                                           

 016

  Gruppo arrivati a Vo            

017  018                                        019

Saluto di Benvenuto del sindaco di Vò Giuliano Martini                    Dono del sindaco di Vo di prodotti locali ai Lodigiani    Ferrari consegna al sindaco di Vo i prodotti del territorio lodigiano

 

 020   021

   torta preparata dal Comitato Padovano                                             Il taglio fatto dagli organizzatotori della staffetta

              

26 Settembre staffetta Codogno – Vò Euganeo

Ripartenza simbolica con i nostri sei atleti Massimo Pecori, Daniela Agrigoroaie, Diego Falci, Ilaria Orsini, Gianni Ventura e Chiara Fiorentini, che saranno tra i protagonisti della staffetta che collegherà i due paesi simbolo della pandemia.Tutti insieme per ripartire, per ricordare gli amici persi durante la pandemia, una staffetta fatta d’amicizia e solidarietà per unire simbolicamente le prime due zone colpite dal covid, Codogno e Vò Euganeo, 180 chilometri di sorrisi è corsa. La giornata è incominciata con  il ritrovo a Codogno dove le autorità Comunali, Regionali e il presidente nazionale Fiaps, hanno dato il loro saluto ai 50 podisti presenti alla partenza. Dopo la foto di rito e la benedizione del parroco, Monsignor Iginio Passerini, ha preso il via la prima frazione della staffetta composta da due ragazze del G.P. Casalese che, con i gruppi G.P Codogno 82, G.P Pro Loco Vidardo e noi del G.P Tavazzano, formavano le 18 staffette. A noi è toccato il compito di coprire il tratto tra Mantova e Castel D’Ario Nogara, in provincia di Verona, nel cuore della notte con un po’ di vento contrario e qualche lampo che illuminava il cielo. Al seguito l’ambulanza e l’assistenza per la sicurezza, l’incitamento degli altri podisti e tanti colpi di clacson. Rimarrà un’emozionante ricordo e un’esperienza toccante nel suo simbolico significato con la speranza che quanto prima si possa tornare alla piena normalità.

Commento di Massimo

img 1735 

I podisti di Tavazzano

a3129b31 c01d 4179 ae22 6fb963fda98f

altri articoli in merito all'evento:

http://www.gpcasalese.org/wordpress/wp-content/uploads/Articolo2020.pdf

http://www.gpcasalese.org/wordpress/wp-content/uploads/Articolo2019.pdf

http://www.gpcasalese.org/wordpress/wp-content/uploads/Articolo2018.pdf

  

Partita oggi alle ore 16:00 la staffetta Codogno – Vò Euganeo, le due città simbolo dell’emergenza Covid-19 in Italia, le prime due zone rosse d’Europa. 180 km percorsi dai nostri atleti G.P. Cogogno 82 e dagli atleti del G.P. Casalese per commemorare le vittime del coronavirus. Ancora una volta il buono esano podismo a dimostrazione che la corsa non è soltanto gambe ma soprattutto cuore, buona gamba a tutti gli atleti, ci si vede domani al traguardo in quel di Vò Euganeo un ringraziamento alle istituzioni presenti alla partenza ma soprattutto al Presidente della FIASP Dr Guidi Alberto.

180 k percorsi con il cuore e finalmente giunti al traguardo! Eccoci a destinazione, nella tarda mattinata di ieri, in quel di Vò Euganeo. Due realtà di province lontane tra di loro ma mai così vicine e unite nella sofferenza e nel dolore della toccante esperienza della prima zona rossa Covid d’Italia e d’Europa. Due comunità legate oggi dalla speranza e che in questo giorni hanno condiviso emozioni, raccolto riflessioni e testimonianze toccanti lungo un percorso impreziosito da bellissimi momenti di sport. Ringraziamo le varie amministrazioni locali, tutti gli atleti e componenti dei vari gruppi G.P. Codogno 92 G.P. Casalese, Castiraga, Vidardo, Tavazzano e i Comitati di Lodi e Nazionale FIASP che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento. La strada per uscire dalla pandemia è ancora lunga che sia questa staffetta un sinonimo di ripartenza e l’auspicio di un vicino ritorno alla normalità.

G.P. Codogno 92

 

 

 

  • 1
  • 2

INVITO ALLA MARCIA

AVVISO IMPORTANTE

GRUPPI SOCIETA'

COMITATI

Dove siamo

FIASP 2groupama70 3ivv70 4ivv eruopa70 5tafisa70