FIASP 2groupama70 3ivv70 4ivv eruopa70 5tafisa70

 Ripartiamo in sicurezza

     

Notizie dal comitato territoriale FIASP Mantova

SI……..PUO’……….FAREEE….!!!!!

L’impresa di Cristian Raffaldi componente del Gruppo Podistico Arci Goodwin

Gruppo da anni affiliato al Comitato FIASP Mantova

Il periodo negativo per ritrovarci alle nostre manifestazioni ludico motorie continua ma c’è chi non è riuscito a stare fermo neanche durante il lockdown inventandosi percorsi nel giardino di casa e gare virtuali come il runer Cristian Raffaldi che , nel rispetto delle regole Covid, ha pensato un bel giorno di fare:

IL Giro del Lago di Garda 145 Km in 19 ore e 49 minuti

Così l’atleta tesserato FIASP racconta la sua esperienza tra ludico motorie e competitive:

Mi chiamo Raffaldi Cristian, ho 46 anni, lavoro presso la AAT 118 di Mantova come infermiere su autoinfermierizzate e automediche di tutta la provincia di Mantova. Abito a Quingentole con mio figlio Federico, di quasi 16 anni.

Ho iniziato a correre circa 6 anni fa, per il puro scopo di avere un piccolissimo spazio tutto mio in cui sfogare lo stress quotidiano. Ma poi, già dopo i primi mesi, complice una buona riuscita atletica dell’esperimento, ho iniziato a pormi qualche obiettivo, e nel giro di un anno dall’inizio ho portato a termine la mia prima maratona nell’ottobre 2015 a Venezia.

Da allora ho sempre cercato di migliorare come atleta migliorando la velocità e poi aumentando le distanze, a volte in maniera troppo istintiva e poco ragionata per un corpo che non ha coltivato alcuno sport dai 25 ai 40 anni, cosa che mi ha portato a qualche infortunio, portando a termine allo scorso febbraio, 10 mezze maratone, 5 30Km, 16 maratone e 9 ultramaratone, tra cui 2 45Km, 2 50Km, 2 58Km, una sei ore (68Km) e due 100Km del Passatore, oltre ad una decina di altre gare competitive di lunghezza inferiore ai 21Km della mezza maratona e tante comparse, con anche qualche piazzamento di categoria, nel Criterium Fidal provinciale.

Nel 2018 un lungo infortunio mi ha tenuto fermo per oltre 6 mesi e in questo 2020 funestato dal Covid ho potuto finora partecipare a due gare “virtuali” in quanto non competitive, organizzate dal gruppo 100Km di Passione, consistenti in una 50Km con dislivello, concomitante con la famosa Pistoia-Abetone la 100Km di Casa, concomitante con la 100Km del Passatore, sospese per emergenza Covid. , Come piazzamenti rilevanti, un secondo posto di categoria alla Maratona di Classe del 31 dicembre 2019 e il terzo assoluto nella 100Km di Casa.

Iniziando dal 2017 a prediligere le ultramaratone e raggiungendo il sogno di concludere la prima 100KM del Passatore nel Maggio del 2017, da tempo coltivavo il sogno di allungare ulteriormente la distanza oltre i 100 Km, inoltre, da qualche mese mi sto preparando per la Lupatotissima, gara di 24 ore su percorso misto pista/strada all’interno di un circuito, in cui conta moltissimo, oltre la preparazione fisica, anche una adeguata preparazione mentale per reggere psicologicamente all’idea di dover correre per 24 ore filate e raggiungere distanze che possono avvicinare e superare per i migliori atleti i 200Km.

A tal scopo ho realizzato, fra il 3 e il 4 settembre scorso uno dei miei sogni, fare il giro del lago di Garda, correndo per circa ¾ del tragitto, potendo contare su nessun supporto fisico o logistico esterno.

I 145 Km percorsi, partendo da Malcesine alle 16.30 del 3 settembre e arrivando nello stesso punto alle 12 circa del 4, sono stati coperti in circa 20 ore, con 16 ore e mezza di attività e 3 e mezza di soste per riposare e alimentarsi.

E’ stata un’esperienza unica ed emozionante, complice la fortuna di un meteo ottimale, con un bel tempo limpido e appena ventilato, e una luna piena favorevole per la visione notturna in supporto alla pila frontale che mi ha guidato, in un contesto quello del Garda di una bellezza di panorami assoluta, che il blando ritmo di spostamento ha permesso di apprezzare completamente, specialmente all’alba, ammirata dal lato bresciano, quello in cui è servita più attenzione e concentrazione nel percorrere le lunghe e numerose gallerie della Gardesana occidentale.

Una volta chiuso l’anello e arrivato alla partenza stremato, l’emozione e la gratificazione hanno subito preso il posto della stanchezza. Ora riposo e recupero in attesa di mettermi alla prova, il weekend del 19 e 20 settembre, nella celebre 24 ore della Lupatotissima.

Un primo importantissimo grazie di cuore va ai miei cari, specialmente i miei genitori e mia sorella, che mi hanno sopportato agevolandomi nella gestione famigliare permettendomi di allenarmi e partecipare alle gare e hanno creduto in me.

Inoltre devo ringraziare altrettanto di cuore per fiducia, vicinanza e sostegno, il mio gruppo sportivo ufficiale G.P. Arci Goodwin di Libiola (MN), oltre che al gruppo di amici insostituibili G.P SnackTadium di Quingentole (MN) che con tanto calore e goliardia mi hanno sempre valorizzato, e tutta la AAT di Mantova, mio ambiente lavorativo, per la disponibilità e comprensione quando chiedo qualche cambio turno.

 In conclusione una nota di merito viene dal Presidente del G.P. Arci Goodwin Paolo Bisi “ Sono molto orgoglioso di avere atleti come Raffaldi Cristian tesserati FIASP “

 Paolo Zanetti

IMG 20200904 195738 626   Screenshot 20200904 193801 2   Screenshot 20200904 162353

 

 

  • 1
  • 2

AVVISO IMPORTANTE

GRUPPI SOCIETA'

COMITATI

Dove siamo

FIASP 2groupama70 3ivv70 4ivv eruopa70 5tafisa70